Article

Live well - do it better

Il Welfare Aziendale si espande grazie all’intelligenza artificiale e punta su prevenzione e collaborazione. Anche il Corporate Wellbeing si evolve in una logica data-driven e punta su intelligenza artificiale, machine learning, IoT per contribuire maggiormente alla promozione della salute e di una cultura all’insegna della prevenzione dei propri dipendenti (dentro e fuori dall’azienda).

Welfare aziendale

La salute è il benefit più richiesto e un driver imprescindibile per sviluppare al meglio il proprio capitale umano, intellettuale e la performance aziendale. Iniziative di Corporate Wellbeing si confermano un investimento necessario, soprattutto in funzione dell’allungamento della vita lavorativa, e proficuo in termini di produttività, corporate reputation, employer branding e retention del personale.
L’emergenza sanitaria mondiale ha ulteriormente evidenziato la crucialità della questione salute, non solo come diritto e costo sanitario, ma come bene comune, responsabilità condivisa e percorso individuale consapevole, per vivere a lungo e al meglio possibile nell’interesse di tutti.

La tutela della salute

Enti governativi e sanitari, grandi aziende, compagnie assicurative e aziende tecnologiche - ognuno con le proprie capacità - possono dare un valido contributo per costruire processi di tutela della salute, garantire migliori condizioni di vita e probabilità più alte di fronteggiare situazioni critiche con minori impatti, purché supportati da adeguate infrastrutture tecnologiche.
Le piattaforme digitali giocano un ruolo importante, non solo in ambito Corporate, ma per l’intera collettività, perché consentono una gestione più capillare, più accurata e significativamente più efficiente della salute: possono ridurre la necessità di contatto tra le persone (quindi il rischio di contagio) e aumentare la capacità di monitoraggio dei fenomeni epidemiologici; contribuiscono a prevenire il sopraggiungere di malattie croniche; massimizzano il processo di stakeholder engagement e la promozione di una cultura della prevenzione orientata all’adozione di stili di vita sani, grazie a modelli di interazione collaborativi e continuativi con e tra gli utenti.

La soluzione di Laife Reply per il Corporate Wellbeing

La soluzione si chiama “Live Well - Do It Better” e sfrutta motori di intelligenza artificiale e machine learning applicati ai Big Data per promuovere la salute a lungo termine dei dipendenti.

Live Well - Do It Better è scalabile, modulare e cloud-ready. Alternativamente è possibile l’installazione su un’infrastruttura on-premise.

Si tratta di un sistema di raccomandazione e coaching che grazie all’AI e ai dati relativi ad abitudini e stili di vita forniti dai dipendenti, liberamente e nel rispetto della privacy (GDPR-compliant), suggerisce azioni, consigli e letture personalizzati volti a migliorare la qualità di vita e la prevenzione: dalla gestione dello stress, all’alimentazione per prevenire patologie croniche, da quali consulti medici specialistici richiedere in caso di insorgenza di fenomeni clinici particolari, al supporto psicologico o a suggerimenti in ambito wellness. Laife Reply ha declinato in una prospettiva corporate e life-long wellbeing uno strumento ormai ampiamente consolidato nei mercati digitali consumer: i motori di raccomandazione sono software di filtraggio che forniscono agli utenti delle piattaforme indicazioni mirate su contenuti di potenziale interesse. Live Well - Do It Better si basa su una data platform in cui i dati vengono collezionati per creare raccomandazioni specifiche per il dipendente in funzione delle esigenze di salute manifestate e rilevate, supportandolo nell’accesso ai contenuti per lui più pertinenti e, attraverso interazioni personalizzate, verso l’adozione di stili di vita sani, migliorando l’employee experience.

Un ecosistema employee-centric e data-driven ecosystem

La soluzione, eventualmente integrabile nelle piattaforme aziendali, prevede la costruzione di un ecosistema employee-centric e data-driven che si sviluppa a partire da diari personali e personalizzabili (opportunamente protetti e segregati) in cui vengono raccolte informazioni per monitorare lo stato di salute del dipendente che ha scelto di aderire al programma. Ogni diario costituisce un dossier riguardante uno specifico ambito come, ad esempio, attività fisica, livelli di glicemia, frequenza cardiaca, contapassi, monitoraggio del sonno dell’utente ed include servizi analitici basati su statistica descrittiva che propongono analisi di trend, indicatori di performance e altre informazioni statistiche rilevanti. L’accuratezza della raccomandazione è direttamente proporzionale all’aumento dei dati raccolti su e con il dipendente.

Le potenzialità della piattaforma

La piattaforma è progettata per supportare integrazioni di dati, sistemi e dispositivi sia batch che real-time. La raccolta dati avviene attraverso dispositivi Internet of Medical Thing (IoMT) forniti dal datore di lavoro, in particolare da wearable (che misurano parametri come pressione, temperatura, ossigenazione, etc.) e tramite Health Corner, totem interattivi installati in azienda (e.g., bilancia, sfigmomanometro, pulsossimetro, ECG) a disposizione dei dipendenti. Ulteriori dati riguardanti la nutrizione, referti di esami di laboratorio, etc. possono essere inseriti direttamente dall’utente in qualunque momento, utilizzando le interfacce Web e mobile. Un’altra possibilità è l’integrazione della piattaforma con sistemi e applicazioni di terze parti come sistemi sanitari, regionali o applicazioni di CUP/ADT. Tali integrazioni sono particolarmente utili nel caso in cui in dipendente presenti patologie pregresse, cronicità oppure, in un contesto di emergenza epidemiologica come quella attualmente in corso, al fine di contribuire a dare maggiori informazioni sul fenomeno in oggetto, a partire dalla georeferenziazione.

Attraverso la piattaforma, i partecipanti al programma Live Well - Do It Better hanno la possibilità di accedere direttamente a un network di professionisti formato, ad esempio, da medici del lavoro, fitness trainer, psicologi, nutrizionisti (e da qualsiasi figura che il datore di lavoro ritiene di voler e poter mettere a disposizione) che offrono consulti e raccomandazioni basandosi sulle informazioni che il dipendente sceglie di condividere. Il professionista non ha piena visibilità dei dati, ma accede unicamente a quelli per cui il partecipante al programma ha espresso il consenso e che sono propedeutici all’ambito di competenza specifico. L’interazione tra dipendente e professionista è gestita dalla piattaforma che, oltre ad un’interfaccia Web, offre un’applicazione mobile Android e iOS.

Il virtual coach

La soluzione prevede anche un Virtual coach proattivo e personalizzato, per supportare il dipendente nell’uso della piattaforma e per incentivarlo a tenere aggiornati i propri dati o a svolgere attività salutari. L’apprendimento automatico è alla base del Virtual coach, che non ha l’obiettivo di sostituirsi ai professionisti, ma li affianca e li supporta nella gestione della relazione con i dipendenti, offrendo loro un’esperienza diversa dai percorsi tradizionali.
Attraverso il Virtual coach (o alternativamente attraverso le interfacce mobile e Web) è possibile somministrare agli utenti questionari utili in fase di pre-screening clinico o per intercettare percezione e gradimento rispetto a un particolare percorso. Un altro meccanismo di engagement previsto da Live Well - Do It Better è la costruzione di competizioni (challenge) tra colleghi nell’ambito di iniziative ed eventi aziendali, sfruttando tecniche di gamification.

Artificial Intelligence e Machine Learning

Gli engine di intelligenza artificiale e machine learning potranno ottimizzare ulteriormente profilazione e analisi, incrociando le informazioni relative al Personale (dati raccolti da device wearable, IoT e IoMT, referti clinici, esiti di esami diagnostici, dati inseriti manualmente dall’assistito attraverso mobile e Web app oppure interagendo direttamente con il Virtual coach) con rilevazioni ambientali come umidità, rumore, luminosità, attraverso sensori IoT e valutare l’impatto di tali valori sulle condizioni di salute e sul benessere dei dipendenti. I dati vengono gestiti in streaming per consentire ai servizi analitici della piattaforma di inferire in near real-time comportamenti, situazioni di allerta e consigliare azioni da intraprendere.

Laife Reply

Picture

Laife Reply promuove l'innovazione digitale nel settore Healthcare sfruttando le sue elevate competenze nelle tecnologie di Artificial Intelligence e Big Data Analytics e un approfondito know-how in ambito medicale. Laife Reply è specializzata nella applicazione di algoritmi di Artificial Intelligence a immagini e dati clinici, con l’obiettivo di aggiungere effettivo valore ai processi sanitari e contribuire alla riduzione del rischio clinico attraverso un supporto alle attività di diagnosi e cura.