IL 5G APRE LA STRADA ALL’ADOZIONE DEI ROBOT

Scopri il supporto end-to-end di Reply nell'innovativo settore della robotica basata sul 5G.

Scarica la ricerca

Prima di compilare il form di registrazione, si prega di prendere visione dell'Informativa Privacy ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n° 679/2016

Input non valido
Input non valido
Input non valido
Input non valido
Input non valido
Input non valido
Input non valido

Privacy


Dichiaro di aver letto e ben compreso l'Informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità di marketing da parte di Reply SpA, in particolare per l’invio di comunicazioni promozionali e commerciali o la segnalazione di eventi aziendali o webinar, con modalità di contatto automatizzate (es. SMS, MMS, fax, e-mail e applicazioni web) e tradizionali (es. telefonate con operatore e posta tradizionale).

La diffusione della robotica sta crescendo a ritmi serrati negli ultimi anni, ma per sfruttarne a pieno il potenziale sarà fondamentale abilitare il controllo umano da remoto di flotte di robot e droni, rendendo reale l’avvento della cloud robotics.
Questa trasformazione potrà realizzarsi appieno grazie anche all’affermarsi del 5G, in grado di offrire il supporto necessario alla cloud robotics in ottica mobile: i robot che sfrutteranno il 5G saranno sempre più diffusi e saranno in grado di creare «ecosistemi» di robot composto da flotte di UGV (Unmanned Ground Vehicle) e UAV (Unmanned Aerial Vehicle).

Reply sta lavorando attivamente allo sviluppo degli enabler tecnologici per l'adozione di un approccio di successo alla cloud robotics 5G, supportando le strategie dei propri clienti in diversi casi d’uso, dalle teleoperazioni alla food delivery.

L’avvento della cloud robotics

5G e Robotica: gli use case di riferimento

Con l’aumentare delle tipologie di robot disponibili sul mercato si stanno diversificando anche gli use case per la loro applicazione. Per supportare efficacemente le aziende nel percorso di adozione della cloud robotics Reply ha identificato i casi più interessanti e i relativi impatti in diversi scenari, e sta lavorando a diverse applicazioni in contesti reali.

Grazie all’alto rendimento e alla larghezza di banda dell'architettura 5G, robot come AMR e UAV possono eseguire varie operazioni di pattugliamento senza pilota, effettuando la sorveglianza di un'area definita e fornendo molte immagini e dati provenienti dai sensori. Reply ha siglato una partnership strategica con Boston Dynamics, leader mondiale nello sviluppo di robot mobili, per sviluppare soluzioni in questo ambito e supportare le aziende nell'aumentare l'efficienza operativa e garantire elevati standard di sicurezza, attraverso la robotizzazione di alcuni processi.

Con il supporto della rete 5G, gli AMR e gli UAV saranno in grado di elaborare dati grezzi a velocità molto elevate, facilitando il decision making in tempo reale. Le prestazioni del cosiddetto «computing on the fly» consentiranno una panoramica completa della situazione, rendendo possibile prendere decisioni aziendali con precisione e puntualità, e riducendo la necessità di intervento umano. I droni incorporeranno l'intelligenza artificiale nelle loro attività di routine, identificando i prodotti a prima vista, senza dover elaborare dati a partire da da codici a barre o altri elementi.

I robot abilitati dal 5G si stanno diffondendo nel mercato delle consegne e cambieranno il modo in cui i consumatori faranno acquisti. In questo contesto, i robot consentono la riduzione delle attività umane ed un deciso aumento della produttività: il loro boom è stato agevolato anche dall'epidemia di coronavirus, che ha reso necessarie consegne contactless e distanziamento sociale. I primi prototipi alimentati dal 5G, come 'Doora' di Foodora e 'Scout' di Amazon, sono già stati sviluppati per la delivery rispettivamente di food e pacchi.

Per quanto riguarda il settore della logistica, la connettività 5G è la chiave per l'automazione delle attività: grazie alle principali «slice» 5G, l'ecosistema della logistica si arricchisce di applicazioni e sistemi autonomi che migliorano le condizioni di sicurezza, riducono i tempi operativi ed aprono le porte ad una nuova gamma di soluzioni end-to-end. In particolare, droni e robot possono migliorare le operazioni di logistica in relazione a tre aree principali: gestione dell'inventario, ispezione e sorveglianza, intra-logistica. In questo scenario, Reply ha implementato una precisa metodologia, ed una soluzione, finalizzate alla reingegnerizzazione dei processi di ispezione del sito, videosorveglianza, inventario e manutenzione degli asset.

Gli approcci di cloud robotics

Per sviluppare lo scenario Robot as a Service (RaaS), è essenziale sviluppare una struttura per piattaforme orizzontali di cloud robotics, in grado di astrarre le applicazioni di robotica a partire da una singola istanza del robot. Il framework Robotic Operating System (ROS) è stato progettato proprio per questo motivo: fornire una base comune su cui costruire tali piattaforme, incoraggiando lo sviluppo di soluzioni di cloud robotics orizzontali e indipendenti dall'hardware, da parte di alcuni attori del mercato.



AWS
RoboMaker

AWS RoboMaker è un servizio che estende il framework Robot Operating System (ROS) con servizi cloud, compresa l'integrazione con i servizi di machine learning, monitoraggio e analisi di AWS, permettendo ai robot di compiere varie attività in autonomia. La piattaforma fornisce un'infrastruttura completamente scalabile per la gestione di più robot, oltre ad un set di strumenti dedicato alla simulazione.

Google Cloud
Robotics Core

Google Cloud Robotics Core è una piattaforma open-source che fornisce l'infrastruttura essenziale per costruire ed eseguire soluzioni robotiche per l'automazione aziendale. Consente agli operatori di gestire facilmente le proprie flotte di robot, ed abilita la realizzazione e la distribuzione delle applicazioni, la comunicazione bidirezionale robot-cloud ed un accesso ottimizzato ai Google Cloud Services. Si basa su strumenti standard di gestione Kubernetes e vari pacchetti open-source.

TIM Cloud Robotics
Infrastructure

La TIM Cloud Robotics Infrastructure è una piattaforma di cloud robotics sviluppata dal TIM Innovation Lab, interamente basata su framework ROS. Grazie a questa piattaforma, è possibile realizzare interamente l’esecuzione del «clone digitale» del robot fisico, sia nel cloud, sia sul robot, sia in modo ibrido, rendendo così la soluzione adatta sia a robot professionali grandi e costosi, sia a quelli molto più semplici e leggeri.

Reply Robotics
solution

La soluzione di Robotics sviluppata da Reply supporta i clienti che utilizzano gli Autonomous Mobile Robots (AMR) a gestire e sfruttare i robot per diversi tipi di missioni, quali ad esempio ispezioni, rilevamento di danni, acquisizione di dati ed attività di computer vision. La soluzione riunisce l'intera flotta di robot, rileva automaticamente i relativi payloads e permette agli operatori di progettare graficamente le missioni con casi d'uso definiti in base alle capacità dei robot.

Reply sta affrontando la sfida per la democratizzazione
delle soluzioni di robotica

Grazie alla sua profonda esperienza ed alle partnership con cloud provider, operatori telco e player nel settore della robotica, Reply supporta i propri clienti nel percorso di adozione della robotica, consentendo lo sviluppo di un’ampia gamma di applicazioni, fino alla realizzazione di un vero e proprio ecosistema.



Scarica la ricerca