GET READY FOR INDUSTRY 4.0

La Quarta Rivoluzione Industriale, basata sui sistemi cibernetici in grado di prendere decisioni autonome e caratterizzata dall’autonomizzazione, porterà profondi cambiamenti nella produzione e nei processi di supply chain dei prossimi anni e richiederà continue nuove decisioni strategiche, tattiche e operative.

GET READY FOR INDUSTRY 4.0  0

I NOSTRI PASSI VERSO LA LOGISTICA 4.0

Attualmente ci stiamo lasciando alle spalle le conquiste e gli enormi cambiamenti portati dall’automazione digitale attraverso l'elettronica e l’informatica e ci troviamo all’inizio della quarta e nuova fase della Rivoluzione Industriale: l’Industry 4.0 e la Logistica 4.0. In questo contesto in cui il mondo logistico stà cambiando velocemente, Logistics Reply si pone come attore attivo nell’adottare le innovazioni tecnologiche e di modello che stanno maturando e nell’accompagnare i clienti nel processo di trasformazione digitale, processo che porta cambiamenti prevalentemente tecnologici ma anche organizzativi e culturali, nonché nuovi paradigmi nel concepire le applicazioni.
INDUSTRY 4.0 E INTERNET OF THINGS
Il principio di base dell'Industry 4.0 è che collegando macchine, parti di lavoro e sistemi si creano reti intelligenti lungo l'intera catena del valore, che rendono possibile il controllo a vicenda di ciascuna parte in modo autonomo. Alcuni esempi: macchine che predicono i guasti ed innescano autonomamente i processi di manutenzione, o sistemi di logistica auto-organizzati che reagiscono in autonomia ai cambiamenti inaspettati nella produzione. L’Industry 4.0 è dunque il mezzo con il quale s’intende raggiungere un tale modello nell’organizzazione della catena del valore, basato sui concetti tecnologici dei cosìdetti cyber-physical systems, dell’Internet of Things e dell’Internet of Services. Mentre i sistemi cyber-physical monitorano i processi fisici, creano una copia viartuale del mondo fisico e prendono decisioni decentralizzate, grazie all’Internet of Things, consentono la comunicazione e cooperazione in tempo reale tra gli oggetti e le persone. Infine, attraverso l’Internet of Services vengono offerti agli attori della catena del valore, sia servizi interni che cross-organizzazioni.
PRINCIPI DI PROGETTAZIONE
Un tale modello nel concepire la nuova organizzazione nella gestione della catena del valore, si basa sui seguenti principi di progettazione:
Modularità. Adattamento flessibile delle Smart Factories al mutare delle esigenze, sostituendo o espandendo singoli moduli
Orientamento al servizio. Offerta di servizi (di cyber-physical systems, humans o Smart Factories) via Internet of Services
Decentramento.Capacità dei sistemi cyber-physical all'interno delle Smart Factories di prendere decisioni per conto proprio
Real-time. Capacità di raccogliere e analizzare i dati e fornire immediatamente le instruzioni derivanti.
Virtualizzazione. Creazione di una copia virtuale della Smart Factory collegando i dati dei sensori (dal monitoraggio dei processi fisici) con modelli di impianti virtuali e modelli di simulazione
Interoperabilità. Capacità, da parte di sistemi cyber-physical (trasportatori di parti di lavoro, stazioni di montaggio e prodotti), persone e Smart Factorie di connettersi e comunicare tra loro via l’Internet of Things e l’Internet of Services.

READ MORE

DIGITALIZZAZIONE DELLA LOGISTICA DI PRODUZIONE IN EHRLE GMBH

La digitalizzazione della logistica apre nuove possibilità per aumentare l’efficienza della produzione, spalancando quindi le porte per l’Industria 4.0. EHRLE GmbH collega quattro magazzini in Germania e Gran Bretagna attraverso un warehouse management system centralizzato e integrato con il nuovo stabilimento produttivo, il quale è orientato verso i più avanzati principi produttivi.

DIGITALIZZAZIONE DELLA LOGISTICA DI PRODUZIONE IN EHRLE GMBH 0

Industry 4.0

Video Reference

LA 4° RIVOLUZIONE INDUSTRIALE: REQUISITI E IMPLICAZIONI DELLA NUOVA ECONOMIA DIGITALE

Tim Geißen (Fraunhofer IML) spiega come la quarta Rivoluzione Industriale, basata sui sistemi cibernetici in grado di prendere decisioni autonome e caratterizzata dall’autonomizzazione, porterà profondi cambiamenti nella produzione e nei processi di supply chain. Tim Geißen, business analyst esperto di intralogistica e stoccaggio, lavora presso Fraunhofer Institute for Material Flow and Logistics (Gernania) – la più grande associazione europea per la ricerca applicata e la consulenza in ambito logistico. E’ responsabile del “team Warehouse Logistics” ed aiuta le aziende nella selezione ed implementazione di Warehouse Management Systems.

Supply Chain

Video Reference

REPLY VISION: ENABLING THE CONNECTED SUPPLY CHAIN

Domenico Piantelli, Senior Partner Reply, descrive come, nell’ambito del nuovo fenomeno industriale che porta ad una trasformazione dei processi produttivi e distributivi, a nuovi modelli di business ed a una nuova concezione dei sistemi informativi, Reply vede essere le applicazioni di supply chain di nuova generazione, nelle quali si distinguono alcuni elementi chiave imprescindibili quali: event driven, IoT e mashines integration, dati come elementi centrali a supporto delle decisioni, stretta interoperabilità, app-ization e microservizi. ​