Sostenibilità, quanto ne sai davvero?

L’UMANITÀ SI É EVOLUTA POSITIVAMENTE SOTTO VARI ASPETTI, MA CI SONO CAMPI IN CUI È ANCORA POSSIBILE MIGLIORARE, COME LA SOSTENIBILITÀ O COSA POSSIAMO FARE PER RIDURRE GLI IMPATTI NEGATIVI SUL NOSTRO PIANETA.

È proprio così.

I progressi tecnologici hanno dato un contributo essenziale allo sviluppo dell’umanità nel corso degli anni e tutti hanno potuto apprezzarne i vantaggi. I colossi della tecnologia hanno però compreso che la sostenibilità è un tema importante e imprescindibile, di conseguenza vogliono mettere in risalto gli impegni presi per una maggiore consapevolezza e responsabilità ambientale. Si pensi, per esempio, al design dei prodotti Apple, o alla politica di imballaggio e consegna di Amazon, ai data center ecologici di Facebook e Google o all’attenzione che Microsoft dedica alla sostenibilità.

Non riguarda solo le aziende tecnologiche, vero?

Certo che no. È anche questione di CSR (corporate social responsibility, responsabilità sociale d’impresa) e di percezione del marchio. Si pensi alla campagna Sky Ocean Rescue o ai prodotti Adidas X Parley. Sono grandi marchi internazionali che mostrano al mondo la propria attenzione per la sostenibilità, seguendo una tendenza che riguarda tutti i marchi, grandi e piccoli, in settori diversissimi tra loro quali i media, il commercio al dettaglio, il tempo libero, l’energia, i trasporti e ovviamente la tecnologia.

È solo marketing, giusto?

Forse in passato lo era, ma l’attenzione per l’ambiente si fa sempre più incalzante negli ambiti più disparati e le aziende devono dare una risposta. Si prenda la lettera inviata a Jeff Bezos da 4.500 dipendenti di Amazon per chiedere più impegno nella lotta contro il cambiamento climatico. Tutto ciò sta diventando realtà e alcuni settori devono affrontare cambiamenti epocali: la mobilità e l’industria automobilistica, in particolare, devono evolversi rapidamente. Costruttori come Skoda e Seat stanno investendo in veicoli a tre ruote economici, monopattini elettrici, biciclette “alternative” e ciclomotori elettrici, oltre che in vetture elettriche. Aziende attive a livello globale come Lime Green o Scoot Global offrono monopattini elettrici a noleggio. Basta scaricare l’app, fornire i dettagli della carta di credito, compilare un modulo e il gioco è fatto! L’app permette di visualizzare i mezzi più vicini e di verificarne disponibilità, stato e condizioni. Si sceglie quello più adatto al tragitto e si parte, pagando in base alla distanza percorsa e al tempo.

Grandi cambiamenti in vista! La sostenibilità riguarda l’intero pianeta, quindi occorre pensare diversamente e a lungo termine.

twitter

Le città devono diventare più smart così da promuovere nuovi comportamenti – si pensi ad esempio al progetto Toronto Tomorrow, che guarda alla progettazione urbana in un modo completamente nuovo e inclusivo. L’energia pulita deve diventare la scelta più semplice. L’imballaggio dei prodotti deve essere idrosolubile. L’agricoltura su larga scala deve diventare “data-driven” per risultare efficiente. E non si può fare a meno di menzionare Impossible Foods.

Wow! Ma le mie abitudini faranno davvero la differenza?

Sì, sicuramente. Ciascuno di noi può fare la sua parte. Un ambiente più pulito sarà possibile soltanto modificando le nostre azioni quotidiane. Perciò, controlla la Green Checklist per registrare i progressi fatti, scopri la Recycle Academy per sapere come riciclare gli oggetti, scarica l’applicazione OffCents per viaggiare a emissioni zero e da’ il tuo contributo alla comunità GreenApes. Inoltre, puoi trovare prodotti ecocompatibili ovunque, se sai dove cercarli. Per esempio, si possono acquistare occhiali prodotti riciclando sci e snowboard usati oppure calzini fatti con la plastica raccolta negli oceani. Oltretutto, la tecnologia può aiutarci a risparmiare tempo e denaro nelle cose di tutti i giorni, come gettare i rifiuti nel cestino, usare l’energia domestica o coltivare piante in casa.

Se ci sono queste opzioni, allora perché non approfittarne?

Spesso c’è bisogno di una piccola spinta per cambiare le abitudini. La cosa più importante è incoraggiare gli altri a fare lo stesso, come è successo con Reply Student Tech Clash 2019. Questo evento, dedicato al Green IoT, si è svolto a Torino e a Milano e ha attirato più di 500 studenti, e ancora di più saranno quelli che parteciperanno alle edizioni previste in Germania e Regno Unito nel 2020.

È stato molto divertente e, visti gli ottimi risultati, non vediamo l’ora di replicare!

Rivivi i momenti più belli della Reply Student Tech Clash 2019 e continua a seguire la serie R20