It's biotech time

Proprio come il digitale sta cambiando tutto, anche noi stiamo cambiando il digitale. Si pensi ad esempio alle "biotecnologie" (alla genetica, alle reti neurali, ai biohacker) che applicano i processi naturali al mondo digitale. Si potrebbe dire che la linea di confine tra l'essere umano e la macchina sta diventando sempre più sottile. Sei pronto a tutto questo?

A dire il vero sono un po' spaventato.

Niente paura, Reply R20 è qui per questo, con 20 link sul futuro delle tecnologie. Il primo riguarda la società di ricerca e consulenza Gartner, che ha identificato cinque trend tecnologici emergenti che renderanno la linea di confine tra l'essere umano e la macchina ancora più sottile. Oltre alla blockchain, all'informatica quantistica e ai tessuti intelligenti, tra essi vi è anche il "biohacking fai-da-te" nel quale la biologia viene modificata in base allo stile di vita, agli interessi e alle esigenze legate alla salute.

Che cos'è il Biohacking esattamente?

Un buon esempio è rappresentato dalla Svezia, dove migliaia di persone si stanno facendo impiantare un microchip sotto la pelle per sostituire le carte di identità e semplificare la propria vita di tutti i giorni. Chi ha l'impianto può semplicemente agitare la mano per accedere all'ufficio o alla palestra, senza aver bisogno di alcun tesserino. Il biohacking è in aumento, con sempre più persone che si muovono nella direzione delle tecnologie wearable e dei dispositivi interconnessi. Si tratta di un fenomeno iniziato anni fa e che sta coinvolgendo uomini d'affari, studenti e imprenditori. E se pensi che si tratti di un trend passeggero, dai un'occhiata alla storia del ventinovenne rimasto paralizzato dopo un incidente in motoslitta nel 2013. Ora cammina di nuovo grazie a un dispositivo che invia stimoli elettrici alla sua spina dorsale.

Posso impiantarmi un microchip nella mano?

Sì, a tuo rischio e pericolo. Il sito di e-commerce DangerousThings vende un kit fai-da-te per diventare un cyborg grazie a un tag NFC. Bisogna però stare attenti, ci sono infatti discussioni in merito alla protezione dei dati e a dove vengono conservate le informazioni. Se si vuole provare qualcosa di meno invasivo, si può cominciare con la tecnologia di editing genetico CRISPR.

CRISPR?

Il termine CRISPR/Cas9 sta per Clustered Regularly Interspaced Short Palindromic Repeats (ossia: brevi ripetizioni palindrome raggruppate e separate a intervalli regolari) e proteina Cas9 associata a CRISPR. Si tratta di un sistema scoperto nei batteri e che ha un ruolo fondamentale nella difesa immunitaria: i batteri utilizzano CRISPR/Cas9 per tagliare il DNA di virus batterici invasivi che altrimenti li potrebbero uccidere. Oggi questa macchina molecolare è stata adattata per uno scopo totalmente diverso: modificare qualsiasi lettera nel codice del DNA di un organismo. Si potrebbe quindi curare una malattia ereditaria, o potenziare il codice genetico delle coltivazioni, dei bestiami o addirittura delle persone. Cas9 è il nome tecnico delle "forbici" che distruggono il virus nei batteri. Con CRISPR si intendono le ripetizioni di sequenze di DNA che formano un sistema complesso in grado di comunicare alle forbici quale parte del DNA deve essere tagliata. Trova, copia e incolla insomma, ma a livello molecolare. Vuoi fare una prova?

Sul serio?

Si può facilmente acquistare un kit CRISPR fai-da-te e giocare a essere Dio trasformando alcuni batteri in materiale bioluminescente. Oppure si può comprare un dispositivo portatile per il sequenziamento in tempo reale del DNA e dell'RNA, entrando a far parte di una comunità in continua crescita di appassionati di analisi patogena e di ricerca ambientale.

Decisamente non fa per me!

Ogni scienziato e ingegnere deve pur aver cominciato in qualche modo! Se ti sembra troppo difficile, puoi imparare come diventare un bioartista o un ingegnere genetico grazie ai kit Amino. Questo progetto, supportato da una tecnologia innovativa e dall'UX del MIT, rende l'ingegneria genetica accessibile a chiunque. I kit, di facile utilizzo e adatti per bambini dagli otto anni in su, sono il motore alla base della prossima generazione di ingegneri genetici. E se ancora non sei convinto che il cambiamento è alle porte, fidati di Raymond McCauley, fondatore dell'hackerspace BioCurious e presidente del Dipartimento di biotecnologie della Singularity University, che afferma: "La rivoluzione delle biotecnologie si trova allo stesso punto in cui era la rivoluzione informatica nel 1980, ma invece che sui personal computer i giovani talenti del ventunesimo secolo si stanno concentrando sul comportamento dei batteri. Questo tipo di gioco, divertente e creativo, sta gettando le basi affinché gli scienziati del futuro possano curare le malattie, proteggere l'ambiente e nutrire il mondo. Il futuro è dei bambini e DNA Playground è lo strumento giusto per aiutarli a crearlo, sviluppando il loro talento."

"La rivoluzione delle biotecnologie si trova allo stesso punto in cui era la rivoluzione informatica nel 1980, ma invece che sui personal computer i giovani talenti del ventunesimo secolo si stanno concentrando sul comportamento dei batteri", Raymond McCa

twitter

Sembra un po' troppo futuristico

Sbagliato. Le biotecnologie offrono innumerevoli opportunità anche per le aziende. Basta pensare a Microsoft e ad Adaptive Biotechnologies, che hanno annunciato l'avvio di una partnership per applicare l'IA per la decodifica del sistema immunitario al fine di diagnosticare e curare le malattie. Il sistema immunitario dell'essere umano è un sistema di diagnostica sorprendente che si adatta continuamente per rilevare qualsiasi segno di malattia nel corpo umano. In sostanza, lo stato del sistema immunitario racconta una storia praticamente su tutto ciò che colpisce la salute di una persona. E se potessimo "leggere" questa storia? Da un punto di vista scientifico, la nostra conoscenza della salute umana aumenterebbe radicalmente. E, cosa ben più importante, si getterebbero le basi per una nuova generazione di opzioni sia dal punto di vista di sistemi precisi per la diagnosi delle malattie che dei trattamenti medici.

Imparare a decodificare il sistema immunitario per diagnosticare le malattie. Fonte: Microsoft blog.

Ma riguarda solo la salute?

Assolutamente no. La tracciabilità consente di tracciare un prodotto durante tutte le fasi della catena di approvvigionamento, dalla produzione alla lavorazione, fino alla distribuzione. Le tecnologie più ampiamente utilizzate al giorno d'oggi (codici a barre e RFID) contribuiscono a ottimizzare l'efficienza operativa dei processi di fornitura, produzione, distribuzione e vendita. Società come Prooftag, Digimarc e AMS stanno lavorando per fermare queste tecnologie di tracciamento tradizionale. Immaginiamo di usare il DNA per contrassegnare e tracciare le merci: il biotagging e la tracciabilità avanzata sono il prossimo importante passo nella catena di approvvigionamento e produzione. Scopri Safetraces, Identigen e Agroisolab, tre diverse società che stanno studiando nuovi modi per tracciare la provenienza del cibo e delle merci direttamente tramite l'etichettatura con il DNA.

Questo è il futuro!

Quindi è meglio farsi trovare pronti! Noi di Reply abbiamo già cominciato. Abbiamo radunato studenti provenienti dalle cinque università più importanti di Italia, Germania, dei Paesi Bassi e del Regno Unito per lavorare sulle Biotecnologie e sulla Tracciabilità Avanzata. Immagina 250 studenti e migliaia di proposte di progetto in una maratona di idea generation incentrata su uno degli argomenti più entusiasmanti di sempre. Goditi i video dei momenti più importanti e continua a seguire Reply!


Cover pic: Unsplash

Stay in touch Stay in touch

Receive R20 via e-mail!

s:
CheckUserLogged
False
Is not Authenticated