I fattori ESG nella
consulenza finanziaria

Come includere il tema della sostenibilità tra le storie d’investimento all’interno
del modello di servizio della consulenza finanziaria, offrendo strumenti e
portafogli dedicati al Private Banker ed al cliente finale.

LA PROGETTUALITÀ

Il Cliente rappresenta una delle principali banche private italiane, specializzata nell'offerta di consulenza finanziaria e con più di 70 miliardi di masse in gestione.

II modello di servizio e la piattaforma di consulenza, prima caratterizzata da viste e analisi prettamente finanziarie, sono stati arricchite con le informazioni sui fattori ambientali, sociali e di governance (ESG), sia a livello di singolo prodotto che di portafoglio. In questo modo è stata fornita una diversa chiave di lettura a disposizione del Private Banker nel processo di consulenza con il cliente.

le nuove dimensioni di sostenibilità

Durante la fase di ricerca dei prodotti finanziari i filtri ed i criteri di selezione sono stati arricchiti con le nuove dimensioni di sostenibilità, così da poter selezionare uno o più strumenti in maniera mirata e personalizzata.

RISULTATI RAGGIUNTI E POTENZIALITÀ

Integrazione nel processo di consulenza

La revisione del modello di servizio è stata ovviamente accompagnata anche dalla modifica degli strumenti a disposizione del Private Banker.

Le informazioni finanziarie di ciascun prodotto sono state integrate con quelle riferite alla sostenibilità, con la scheda prodotto completamente ridisegnata (ad esempio, score ESG sintetico, obiettivi di sostenibilità compatibili con la strategia di gestione, impatti dello strumento sui consumi d’acqua e CO2 con esempi pratici come il numero di docce o viaggi Roma-Milano, …).
Anche l’analisi di portafoglio è stata arricchita con i criteri di sostenibilità. È possibile valutare l’esposizione del portafoglio in prodotti sostenibili, la distribuzione del rating ESG dei prodotti che lo compongono ed il grado di copertura rispetto agli obiettivi di sostenibilità del cliente.
Dopo l’assessment del portafoglio del cliente e l’eventuale confronto con portafogli modello sostenibili, il Private Banker ha anche la possibilità di ottimizzare il grado di sostenibilità del portafoglio reale del cliente (ad esempio massimizzando lo score o singoli obiettivi), trovando allo stesso tempo soluzioni d’investimento etiche ed efficienti dal punto di vista finanziario.
Sono stati ripensati anche i report di prodotto e portafoglio con i contenuti presenti in piattaforma, così da poterli consegnare al cliente prima o dopo la sessione di consulenza e veicolare anche con questa modalità i contenuti commerciali ed educational.
Modello di servizio e tool a disposizione del Private Banker sono stati integrati con i fattori di sostenibilità in tutte le fasi del processo di consulenza, dalla ricerca e screening dei prodotti all’analisi e ottimizzazione del portafoglio fino alla consegna del report. Solo in questo modo è possibile offrire valore aggiunto al Banker ed ai suoi clienti.